Ricetta: Risotto ai carciofi profuma di primavera

17:31

Difficoltà: facile!
È la stagione dei carciofi, che bontà! Li uso in moltissimi piatti, nelle torte salate, nella frittata, con lo spezzatino di vitello, sono molto versatili, ottimi anche crudi tagliati sottilissimi con un filo d’olio ed una spruzzata di limone. Oggi ho deciso di proporre il risotto con tanto Parmigiano, il gusto dei carciofi si sposa benissimo col Parmigiano! E’ bene dire che l’ideale è adoperare i carciofi freschi di stagione, ma per comodità possiamo usare anche i cuori di carciofo surgelati, sono meno saporiti ma molto più semplici da preparare.
La cosa più difficoltosa, quando a tavola ci sono i carciofi, è l’abbinamento del vino a causa del loro retrogusto molto amaro. L’abbinamento è comunque possibile, sono da evitare i vini ricchi di tannini perché accentuano la sensazione di amaro insito nel carciofo, molto meglio i vini poveri di tannini, dai sapori fruttati. Per non sbagliare mi hanno consigliato di servire, sia con i carciofi crudi sia con quelli cotti nei primi o nei secondi piatti, vini bianchi frizzanti perché ricchi di flavonoidi dalla nota dolciastra che insieme alle bollicine “puliscono la bocca”, sono ottimi soprattutto gli Spumanti metodo classico. Piccola nota, quando si utilizzano i carciofi freschi è sempre bene, una volta puliti, tenerli un po’ in acqua fredda resa acidula dal succo di un limone.
Foto: Flickr

350gr di riso Carnaroli
250gr di carciofi romani già puliti
100gr di pancetta tritata
½ cipolla
Prezzemolo tritato
Parmigiano grattugiato
Una noce di burro
2 bicchieri di vino bianco secco
Olio extra vergine d’oliva
1 dado vegetale
Sale e pepe


Il brodo: in una pentola mettere a bollire un litro di acqua con l’aggiunta di un dado vegetale, quando bolle abbassare la fiamma al minimo e tenere il brodo in caldo.

I carciofi: tritare sottilmente  la mezza cipolla e farla imbiondire in una pentola dal fondo spesso con circa 4 cucchiai di olio EVO, appena inizia a dorare aggiungere i carciofi tagliati a spicchi, salare appena, aggiungere il prezzemolo tritato e far cuocere un paio di minuti aggiungendo un mestolo di brodo vegetale bollente. Quando il brodo si è asciugato sfumare i carciofi con un bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare.

Il riso: a questo punto aggiungere il riso Carnaroli e far tostare circa 2min, aggiungere la pancetta tritata e far insaporire mescolando continuamente per altri 2min. Versare il secondo bicchiere di vino bianco e far evaporare.

Il risotto: mescolando continuamente con un cucchiaio di legno fare il risotto aggiungendo un po’ alla volta il brodo caldo finché il riso non è cotto.

Mantecare: quando il riso è pronto aggiungere una noce di burro, abbondante Parmigiano grattugiato e una macinata di pepe, mescolare e lasciare riposare un minuto prima di servire.

Un consiglio in più: per chi non ama la carne o per chi vuole un risotto più leggero è possibile eliminare dalla ricetta la pancetta magari sostituendola con degli spinaci, in questo caso gli spinaci vanno lavati con cura, spezzettati ed aggiunti con i carciofi al soffritto di cipolla.


You Might Also Like

0 commenti