Ricetta: Crema pasticcera

11:02

Difficoltà: facile!
Dopo i bignè arriva la crema pasticcera. Se fate una ricerca su internet non troverete 2 ricette della crema pasticcera uguali! Ognuno la fa a modo suo e alla fine è sempre buona perché nonostante quello che si vede in giro, creme Chantilly, creme alla frutta o con altri ingredienti, la crema pasticcera secondo me resta la più buona in assoluto, quella che quando la mangi a cucchiaiate sa dare la giusta soddisfazione! Come dicevo ne parlo oggi dopo i Bignè ma la crema può essere utilizzata in mille modi, per farcire torte di pan di spagna, per la millefoglie, per le crostate alla frutta o più semplicemente servita in coppa al “naturale”, la mia passione! Provate la mia crema pasticcera, è un regalo della suocera che quando ce la prepara ci fa impazzire, spero anche a voi! 
Foto: Flickr


4 tuorli
5 cucchiai di zucchero
2 cucchiai colmi di farina 00
2 bustine di vanillina
700ml di latte
1 noce di burro

Mescolare: in una casseruola dal fondo spesso mescolare lo zucchero con i tuorli d’uovo utilizzando una frusta a mano. Aggiungere la farina e mescolare energicamente in modo che non si formino grumi. Pian piano incorporare il latte (generalmente nelle ricette della crema il latte va scaldato leggermente, ho provato ad aggiungere il latte a temperatura ambiente ed il risultato è lo stesso!) e sempre mescolando la vanillina.

Sul fuoco: mettere la pentola sul fuoco a fiamma bassa e mescolando continuamente portare la crema ad abolizione, mescolare bene fino sul fondo della pentola per evitare che la crema attacchi. Se avete una retina spargifiamma è l’ideale. Lasciar cuocere la crema finché non raggiunge la densità desiderata. Una volta spenta la fiamma aggiungere la noce di burro e mescolare bene.

Un consiglio in più: se la crema risultasse troppo liquida mentre è ancora sul fuoco aggiungere un po’ di farina e mescolare bene, al contrario se risultasse troppo densa aggiungere un goccio di latte. In caso si formassero dei grumi una volta tolta dal fuoco frullare con il Minipimer per alcuni secondi. 

You Might Also Like

0 commenti