Ricetta: Calamari marinati

18:20


Difficoltà: facile!  
Questa ricetta è semplicissima ma squisita, unica regola fondamentale a cui è impossibile derogare è la freschezza dei calamari, devono essere iper, super, strafreschi. E’ un antipasto perfetto per le serate con gli amici, accompagnato da un buon vino bianco fresco e da pane “fatto alla maniera”, sto parlando di pane "terrone", fragrante e croccante come solo la pagnotta casereccia tipica del Sud Italia sa essere, in alternativa potete accompagnare i calamari con del pane tostato. La ricetta è tipica delle mie parti, la costa meridionale abruzzese, ma credo che in ogni zona di mare ci sia una versione, tra l’altro è un regalo di un carissimo amico, Alessandro, che negli anni dell’università ci deliziava con dei manicaretti degni di uno Chef! Allora un grosso grazie ad Alessandro (autore anche della foto) e iniziamo la preparazione.


NB: le dosi non sono indicate perché dipendono dal numero dei commensali e dalla loro voracità!


Calamari piccoli e freschissimi
Olio extra vergine d’oliva
Cipolla di Tropea
Succo di limone
Peperoncino piccante
Sale e pepe
Pane casereccio

Sviscerare e lavare con cura i calamari. In una terrina preparare una marinatura con olio extra vergine d’oliva, cipolla di Tropea affettata sottilmente, sale e un po’ di succo di limone, la quantità del limone dipende dai gusti a me non piace abbondare. A piacere aggiungere peperoncino piccante fresco spezzettato. Adagiare i “calamaretti” crudi nella salsetta e lasciar riposare in frigo una mezz’ora. Servire freddo con una macinata di pepe nero ed il pane affettato. 


You Might Also Like

0 commenti