Ricetta: Riso pilaf funghi e gamberi

17:40


Difficoltà: media!
E’ arrivato l’autunno, una stagione per me stupenda, piena di colori caldi come il rosso ed il giallo delle foglie, piena di profumi avvolgenti come quello della vendemmia e piena di sapori unici pensate ai funghi, alle castagne o un bel melograno maturo.
Avevo voglia di un risottino ai funghi ma un po’ rivisitato, trovato! Versione mare e monti, con i porcini ed i gamberi.

(x 4 persone):
350gr di riso
200gr di porcini
1 scatola di polpa di granchio
300gr di gamberi
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
125gr di panna da cucina
8dl di brodo vegetale (acqua + 1 dado)
 erba cipollina
½ bicchiere di brandy
30gr di burro
2 piccole cipolle
Sale e pepe nero

Preparare gli ingredienti: pulire i funghi raschiando la base con un coltellino, lavarli con un panno umido ed asciugarli con un canovaccio. Affettarli in maniera non troppo sottile. Sbucciare, lavare e tritare grossolanamente le cipolle. Sgusciare i gamberi e far sgocciolare dal liquido di conservazione la polpa di granchio. Preparare il brodo con 8dl di acqua e 1 dado vegetale, tenerlo in caldo.

Il condimento: in un tegame dal fondo spesso sciogliere 1/3 del burro e rosolare i funghi per 5min mescolando con un cucchiaio di legno. Sempre mescolando aggiungere le cipolle, il concentrato di pomodoro sciolto in un cucchiaio di acqua, salare e abbassare la fiamma. Dopo circa 7-8min aggiungere la polpa di granchio tagliata a pezzetti ed i gamberi sgusciati. Mescolare bene, alzare la fiamma e appena inizia a sfrigolare sfumare con il brandy. Lasciare evaporare l’alcool ed aggiungere la panna. Regolare di sale, spolverare con abbondante pepe macinato e togliere dal fuoco. 

Il riso pilaf: sciogliere il rimanente burro in un’altra casseruola, aggiungere il riso, mescolare velocemente e coprirlo con il brodo vegetale. Mettere il coperchio e lasciar cuocere per 15min a fiamma bassa finché il brodo non sia completamente assorbito. Condire il riso con il sugo di funghi e gamberi ed insaporite con l’erba cipollina tritata.




You Might Also Like

0 commenti